Il tuo bambino si sveglia appena lo metti nella culla? Fai così, risolvi il problema

Un bambino che si sveglia appena lo si mette nella culla è un problema che accomuna diversi genitori: ecco i trucchetti per risolvere la questione.

A volte far addormentare il proprio bambino può sembrare una missione impossibile, soprattutto quando si è nelle ore notturne. Tuttavia, una volta che crolla tra le braccia di un genitore, cercare di metterlo nella culla senza svegliarlo appare molto più complicato di quanto si possa immaginare. Per fortuna, ci sono dei suggerimenti che si possono mettere in pratica per non disturbare il sonno del piccolo.

Bambino sveglio in culla: come non svegliarlo
I trucchi per non svegliare i bambini in culla – Nursenews.it

Tutti i bambini hanno bisogno di sentirsi al sicuro e la più grande sensazione di protezione è quella di sentirsi stretti tra le braccia. Per loro è importante sapere che qualcuno si prenderà cura di loro ogni volta che ne hanno bisogno. I bambini sono completamente dipendenti da noi e si svegliano più volte durante il giorno e la notte.

Far addormentare i bambini è tanto difficile quanto evitare che si sveglino una volta poggiati nella culla. È quasi automatico che un bambino si svegli una volta messo in culla, ma questo avviene perché i genitori spesso sbagliano ad appoggiare il proprio figlio. Ci sono dei trucchetti da seguire per evitare tali inconvenienti.

Bambino si svegli in culla: ecco i trucchi per evitarlo

Per prima cosa, bisogna sapere che i bambini iniziano sempre col sonno leggero, anche conosciuto come sonno REM, e solamente dopo 20 o 30 minuti raggiungono il sonno profondo, o sonno non REM. Proprio per questo motivo, è importante che lo si metta in culla dopo mezz’ora da quando si è addormentato.

Bambino in culla: come appoggiarli
I consigli per evitare che il bambino si sveglia in culla – Nursenews.it

Ma questo non è l’unico consiglio da prendere in considerazione, visto che è importante sapere anche che ci sono degli accorgimenti da usare quando si posiziona un bambino in culla per evitare che si svegli anche dopo 30 minuti. Per evitare di sbagliare, bisogna seguire questi consigli dati dall’ostetrica Alessandra Bellasio:

  • Non appoggiare prima la testa e poi le spalle, anche perché il bambino avrà la sensazione di stare per cadere.
  • Appoggia prima i piedi e sederino, adagiarlo lentamente nella culla così da evitare l’impatto brusco.
  • Mantieni una mano sulla testa, per evitare che la testa faccia dei movimenti bruschi.
  • Poggia una mano sul pancino, che si toglierà per ultima dopo averglielo massaggiato. Questo è un modo per far capire al bambino che si è ancora con lui e dargli quella sensazione di protezione.

Questi sono ottimi consigli da tenere in mente e che possono essere molto utili. Si potrebbe anche optare per una culla più piccola e contenuta, così da evitare di metterlo in uno spazio più ampio e dispersivo, dove può venire meno la sensazione di protezione tanto cara ai bambini più piccoli.

Impostazioni privacy