Mangiare il sushi fa ingrassare? No, se scegli questo tipo e in questa quantità

Sono in tanti a chiedersi se il sushi fa ingrassare. La verità è che c’è un tipo che non dà alcun problema: ecco qual è.

La cucina giapponese è diventata parte integrante delle nostre abitudini alimentari. Proprio per questa ragione è bene scoprire qualche cosa in più in merito ai valori nutrizionali del sushi e capire se può essere mangiato anche da coloro che vogliono scendere di peso.

Il sushi non fa ingrassare
Il sushi non fa ingrassare, ma occhi a cosa mangi – Nursenews.it

Il sushi è fondamentalmente riso bollito e condito con vari ingredienti avvolti all’interno di un’alga commestibile chiamata nori. È un piatto tipico della tradizione culinaria nipponica, ma ormai da diversi decenni è arrivato a gamba tesa anche in Occidente, conquistando i palati della maggior parte delle persone.

I ripieni e le guarnizioni sono varie e vengono usati pesce, molluschi, crostacei, frutti di mare, ortaggi, verdura, frutta, ma anche formaggi, uova e persino carne rossa. La cosa importante da dire è che mangiare sushi non fa ingrassare, ma solo se si sceglie un tipo ben specifico e si ordina nelle giuste quantità. Andiamo a conoscere i dettagli.

I pezzi di sushi da mangiare quando si è a dieta

Siccome il sushi è un piatto ricco di pesce e riso, possiamo dire con certezza che ha molte proprietà come vitamina B12, iodio e grassi buoni come gli Omega 3. Proprio l’assunzione di questi grassi porta con sé parecchi benefici per la salute di ognuno di noi: miglioramento del sistema cardiovascolare, produzione della leptina e quindi un aumento del metabolismo, miglioramento della memoria.

Il sushi da mangiare quando si è a dieta
Il sushi da mangiare quando si è a dieta – Nursenews.it

Detto ciò, la cosa più importante da sapere è che il sushi non è un alimento troppo calorico, proprio per questo motivo non fa ingrassare e si può mangiare anche se si è nel pieno di una dieta dimagrante. L’importante, però, è stare sempre attenti alla quantità da assumere. L’ideale è quello di mangiare 6 pezzi, al massimo arrivare a 8, ma non di più.

Esattamente come tutti gli altri alimenti, anche il sushi fa ingrassare se si eccede con le quantità, oppure se si scelgono quei pezzi con ripieni ipercalorici. Per chi è a dieta, la scelta migliore è quella di non prendere pezzi con senza salse o formaggi.

I tipi di sushi da mangiare se si è a dieta sono i seguenti:

  • Rolls con verdure, molti hanno cetrioli, asparagi e avocado;
  • Rolls con il riso integrale o riso nero;
  • California rolls, composti da polpa di granchio, cetriolo, avocado e alga nori;
  • Tuna rolls, i cui ingredienti sono tonno e verdure;
  • Nigiri, i cui ingredienti sono liberi ma è bene evitare i pesci con più calorie.

Negli ultimi tempi, inoltre, si è diffusa la pratica dell’all you can eat , quindi bisogna stare attenti a non arrivare troppo affamati per evitare un’abbuffata.

Impostazioni privacy