Bonus studenti, fino a 1000 euro per chi si diploma: regolamento e tempistiche

È disponibile il bonus studenti fino a 1000 euro per chi si diploma. Ecco come funziona: regolamento e tempistiche, tutti i dettagli da sapere.

Nel corso degli ultimi anni abbiamo visto fioccare numerosi bonus. Stiamo parlando di quegli incentivi rivolti a una determinata categoria di persone, famiglie e imprese. Adesso è disponibile un sostegno a favore dei neo maturati, perfetto per chi ha intenzione di iniziare l’università o fare altro. Andiamo a vedere come funziona e come si richiede.

Bonus studenti: come funziona
Arriva il bonus studenti per chi si è diplomato – NurseNews.it

Dopo cinque anni di preparazione, sono migliaia gli studenti e le studentesse che in Italia hanno sostenuto gli esami di maturità e si sono diplomati. Un percorso lungo e difficile, che porta la prima grande soddisfazione per un ragazzo e una ragazza. Quello che però non tutti sanno è che alcuni studenti hanno diritto a un bonus post esame.

Stiamo parlando di un incentivo che viene consegnato ogni anno ai diplomati più meritevoli, ovvero coloro che hanno ricevuto 100 e lode. Un sostegno entrato in vigore dal 2007. Purtroppo negli ultimi anni il bonus ha subito una brusca riduzione, tanto che quest’anno è arrivato ai minimi storici. Andiamo a vedere i dettagli.

Bonus studenti 100 e lode: ecco come funziona

Il bonus studenti 100 e lode viene consegnato ai diplomati che hanno ottenuto il voto massimo alla maturità. Nel 2002, però, l’incentivo ha subito un brusco calo, dato che nel 2007 la somma prevista ammontava a 1000 euro. Il sostegno per gli studenti è arrivato ai minimi storici, ovvero a 73 euro.

Bonus studenti 100 e lode: come averlo
Il bonus studenti è per chi ha raggiunto il massimo dei voti – NurseNews.it

Ma da che cosa dipende la riduzione? Il motivo principale è che più studenti raggiungono il massimo dei voti. Nel 2007 c’erano circa 3mila studenti che arrivarono a quel risultato, mentre nel 2022 se ne contano 16mila. In pratica, da un bonus di 1000 euro si è passato progressivamente a 500 euro nel 2011, poi nel 2016 a 370 euro, due anni dopo a 300 e poi dal 2020 la cifra è scesa addirittura sotto i 100 euro.

Nel 2024, però, le cose potranno cambiare con l’arrivo della Carta della cultura Giovani che spetta ai residenti italiani che appartengono a un nucleo familiare con Isee fino a 35mila euro. Questa verrà accoppiata alla Carta del Merito che appunto spetta a chi si è diplomato con il massimo dei voti. Stiamo parlando di un incentivo dal valore di 500 euro cumulabili. Per questa misura il Governo ha stanziato 190 milioni di euro.

La Carta del Merito dovrebbe essere valida sia per i ragazzi che provengono dalle scuole pubbliche che per quelli che arrivano dalle paritarie. La riceveranno coloro che risultano essere iscritti agli istituti di istruzione secondaria superiore, oppure equiparati, che abbiano conseguito il diploma con votazione 100 e lode entro il compimento del diciannovesimo anno di età.

Per avere il voto massimo e quindi l’attribuzione della lode, gli studenti devono raggiungere il punteggio di 100 su 100, senza aver ricevuto i 5 punti bonus dalla commissione che potrebbe usarli per la lode.

Impostazioni privacy