La spiaggia è pericolosa per il tuo telefono: segui questi consigli

La spiaggia è un luogo pericoloso per il telefono. Per fortuna ci sono alcuni consigli che evitano spiacevoli sorprese: ecco quali sono 

Lo smartphone lo portiamo con noi in qualsiasi momento della giornata, anche quando andiamo al mare. Tuttavia, la spiaggia non fa molto bene al nostro dispositivo, per questo motivo è bene seguire alcuni suggerimenti per evitare che si rovini. Andiamo a vedere che cosa fare.

Telefono in spiaggia: a cosa fare attenzione
Il telefono in spiaggia si rovina – NurseNews.it

Ognuno di noi ha un proprio cellulare che si porta dietro. Tuttavia, sicuramente in molti avranno notato che, con l’arrivo della bella stagione e quindi con l’aumento delle temperature, lo smartphone tende a surriscaldarsi. Una situazione che potrebbe portare una serie di problemi.

Proprio per questo motivo, la spiaggia è considerata pericolosa per il telefono. I sintomi comuni di un cellulare surriscaldato includono prestazioni lente, esaurimento rapido della batteria, arresti imprevisti delle app e, in casi più gravi, un arresto anomalo del sistema. Per vitare che tutto ciò accade 5 consigli da seguire per impedire che lo smartphone si surriscaldi.

Telefono in spiaggia: 5 consigli per non farlo surriscaldare

Un cellulare si può surriscaldare per diversi motivi. Tra i principali c’è l’esposizione diretta del sole. Il contatto diretto con il sole è molto dannoso per i dispositivi elettronici perché può danneggiarli in maniera permanente.

Telefono in spiaggi: come non surriscaldarlo
I consigli per evitare il surriscaldamento del telefono in estate – NurseNews.it

Per questo motivo, si sconsiglia di utilizzare il telefono in spiaggia, in piscina o in luoghi all’aperto dove potrebbe essere esposto al sole. In caso contrario, ci sono 5 consigli per evitare che si rovini in maniera irrimediabile.

Ecco quali sono:

Togliere la cover: se il dispositivo è in un luogo sicuro, dove nulla può danneggiarlo e dove non può cadere a terra, è consigliabile rimuovere la cover protettiva. In questo modo si eviterà di farlo surriscaldare oltre il dovuto.

Chiudere le app in background: durante i periodi di vacanza, il consiglio è quello di disconnettere il telefono. Inoltre, se non lo si sta utilizzando, chiudere anche le applicazioni che sono in background, poiché il loro lavoro consuma batteria e aumenta la temperatura del dispositivo. In questo modo si risparmierà energia e il cellulare non dovrà lavorare più del necessario.

Metterlo in un luogo fresco: se ci si accorge che il telefono è troppo caldo, lo si può mettere su una superficie più fredda, l’importante è che sia asciutta. Mai mettere del ghiaccio sopra o infilarlo nel frigorifero, perché c’è il rischio che entri dell’acqua. L’ideale è metterlo vicino a un ventilatore o all’aria condizionata.

Non lasciare il telefono in macchina: quando andiamo in spiaggia o in piscina, una cosa molto comune è lasciare il cellulare in macchina per evitare di bagnarlo, riempirlo di sabbia o evitare che lo rubino. È una pratica pessima, perché all’interno dell’auto il calore si concentra e quindi provocherà danni al cellulare, anche se il veicolo è all’ombra.

Disattivalo o mettere in modalità aerea: come ultimo consiglio c’è quello di spegnere il cellulare o metterlo in modalità aereo. In quest’ultimo caso, il dispositivi non utilizzerà i dati mobili, questo eviterà il riscaldamento dovuto ad app e sistema.