È tempo di Grest estivo, ma occhio ai pidocchi: ti svelo come riconoscerli in 2 secondi e cosa fare davvero

Con l’estate bisogna fare attenzione ai pidocchi, ecco come fare a capire se ci sono e come evitarli. 

I pidocchi sono un vero problema per i bambini, infatti colpiscono ogni anno circa 1 milione e mezzo di giovani in età scolare. I pidocchi attaccano soprattutto i bambini più piccoli, al di sotto dei 6 anni.

Pidocchi come scovarli
Come capire se ci sono pidocchi tra i capelli – (nursenews.it)

La pediculosi è di fatto una vera e propria infestazione causata dalla presenza di questi piccoli parassiti che hanno un colore grigio-bianco e possiedono zampette uncinate che gli permettono di attaccarsi a capelli e peli.

Innanzitutto va detto che gli animali non possono trasmettere i pidocchi. Questi minuscoli insetti non possono sopravvivere a lungo lontano dal cuoio capelluto, si nutrono di sangue e il loro ciclo vitale ha la durata di un mese. Vivono a contatto con la cute e le loro uova, che sono bianche, aderiscono al cuoio capelluto.

Come evitare i pidocchi ed eliminarli

I pidocchi quando attaccano causano una serie di sintomi, il più comune è il prurito. Inizialmente le punture non si avvertono a causa di una sostanza anestetizzante presente nella saliva di questi insetti.

Pidocchi come evitarli
Pidocchi, come eliminarli (nursenews.it)

Per capire se il bambino ha di fatto preso i pidocchi, bisogna osservare se nel cuoio capelluto sono presenti gli insetti e le uova, chiamate anche lendini. Se ci sono, vedrete dei puntini bianchi o marrone chiaro, dalla forma allungata, traslucidi e poco più piccoli di una testa di spillo.

Sono diversi dalla forfora dato che le lendini non si staccano dal capello quando questi vengono passati tra le dita, dato che sono attaccate tenacemente ad esso da una sostanza adesiva. Quando si trova il pidocchio vivo allora si ha la certezza che ci sia la presenza di questi insetti. La presenza quindi di lendini non indica affatto la presenza effettiva del pidocchio.

Per quanto riguarda il contagio, i pidocchi, al contrario di quanto si pensi non possono volare da una testa all’altra. La trasmissione avviene tramite oggetti quali fermacapelli o spazzole. Quindi il contagio avviene per contatto diretto o tramite lo scambio di effetti personali. Da sfatare è anche il mito che vuole che i pidocchi cerchino i capelli sporchi.

Tutti possono essere contagiati indipendentemente dal loro condizione igienica. Ci sono vari tipi di pidocchi, quelli che causano la gran parte delle infestazioni sono i Pediculus humanus capitis. Rappresentano di fatto un grande problema di sanità pubblica per il modo veloce in cui si propagano.